Ogni tanto ci riprovo a scrivere, a programmare, a completare un progetto. La vita però si diverte a complicare le cose. Avevo promesso a me stesso di riprovare con i 100DaysOfCode. È il momento.

Ma questa volta voglio affrontare il tutto con un po’ di metodo. E fare rientrare nei 100 Giorni anche questo blog. La volta scorsa, due anni fa, avevo individuato due problemi che non ero riuscito a risolvere:

  1. Non avevo ben chiaro cosa volessi fare. Sono partito allo sbaraglio, senza uno straccio di progetto, un piano di studi, nulla. Alla lunga questo mi ha fatto studiare, provare, testare mille cose diverse. E se da un lato sento di aver approfondito alcuni aspetti della programmazione, d’altro canto mi sono perso. A un certo punto volevo fare tutto, e mi sono ritrovato a non riuscire più a fare nulla. E ho smesso di contare i giorni, e ho considerato finito l’esperimento, con un fallimento.
  2. Ho preteso troppo da me. Che è abbastanza naturale, mi rendo conto, quando si affronta una sfida. Però ci vuole misura, e non sempre è possibile ottenere tutto subito. Anzi, a volte invece di incaponirsi su una funzione che… non funziona, a volte è meglio lasciare stare. Chiudere il PC e andare a dormire. E, a proposito di dormire, come corollario forse è meglio non dormire una manciata di ore a notte, per troppe notti di fila. Me lo devo ricordare, la prossima volta.

Quindi, partendo dall’esperienza della volta scorsa, ecco quello che voglio ottenere:

  1. Arrivare a 100 giorni. Due anni fa mi sono fermato a 60.
  2. Fare qualcosa ogni giorno. Tutti i giorni. Ma senza mettermi un tempo minimo. Ci saranno giorni in cui farò proprio pochino, altri in cui farò di più. Questa volta non mi farò prendere dal patema.
  3. Aggiornare ogni giorno questo blog. E Twitter. Non mi interessa scrivere tanto. Basta anche solo ripubblicare il link a quello che scrivo su Twitter.
  4. Andando più nel dettaglio:
    1. finire di sistemare il trasloco dei blog miei e di mia moglie da WordPress a Jekyll (ehi, questo è il primo post su Jekyll! :smile:);
    2. sistemare il sito del matrimonio: si sono alcune cosette da correggere, dovute soprattutto al cambio di hosting e al passaggio da http a https;
    3. cominciare e finire un giochino. Con finire intendo anche pubblicarlo su Google Play. Per il momento non mi interessa Steam;
    4. partecipare a una Game Jam, fino in fondo. Ovviamente non posso ambire a vincere, pecco di esperienza. Però posso mettermi alla prova e imparare dagli errori.

Date le regole di ingaggio, è ora di cominciare.

Scrivi un commento